30 aprile 2009

OWEN TORNA A LIVERPOOL....


Secondo quanto riportato dal Daily Express, l'Everton starebbe puntando deciso su Michael Owen (classe 79), attaccante del Newcastle United che va in scadenza di contratto a giugno. Il calciatore potrebbe accettare il trasferimento, anche se probabilmente dovrà tagliare il proprio stipendio da centomila sterline alla settimana. Va ricordato anche che il Newcastle di Shearer sta per retrocedere in Championship e Owen non vuole perdere altre chances di chiamata in nazionale per la coppa del mondo 2010, sempre se Capello lo consideri ancora dopo i troppi infortuni! Ritorno a Liverpool dunque, ma sull'altra sponda del Mersey...

UN ALBANESE AD ANFIELD


Il Liverpool sembra voler fronteggiare una possibile partenza di Xabi Alonso - direzione Juve o Real Madrid - acquistando il centrocampista e capitano del Marsiglia Lorik Cana. Il giocatore albanese è valutato circa dieci milioni di euro. Cana ha giocato anche nel Paris SG! Lorik è nato a Pristina nel 1983. In francese si pronuncia SANà..

MARRAKECH EXPRESS


Secondo il The Sun, Mounir El Hamdaoui (24) avrebbe risvegliato l'interesse della Premier League. Il giocatore marocchino, ma di passaporto olandese, piace particolarmente a Liverpool e Arsenal. Ex Tottenham, ma senza mai giocare in prima squadra, da pochi giorni ha vinto il titolo olandese nell' AZ 67 Alkmaar, allenato da Louis Van Gaal (il mister è corteggiato dal Bayern Monaco).

IL TURCO LASCIA EWOOD PARK


Kerimoğlu Tugay (38), centrocampista del Blackburn, a fine stagione si ritirerà dal calcio professionistico, visto anche il contratto in scadenza con il club inglese. La notizia è riportata dal Sun.

28 aprile 2009

FOUR, FROM RUSSIA WITH LOVE

THE NEW KIT: MANY MANY CONGRATULATIONS

HOME & AWAY

HOME & AWAY

AND NOW...UMBRO!!!



L'Heart of Midlothian Football Club, chiamato familiarmente Hearts, è un club calcistico britannico di Edimburgo, in Scozia. Milita nella Scottish Premier League.

Il colore sociale è il rosso granata, da cui il soprannome Maroons. Tradizionalmente gli Hearts rappresentano la componente protestante della città, mentre i rivali dell'Hibernian rappresentano la componente cattolica di orgine irlandese.

È la terza squadra più tifata e titolata di Scozia, appena dopo Celtic e Rangers, inoltre è riuscita, per quattro volte, a rompere il potere della Old Firm.

Gli Hearts sono la terza squadra più tifata di Scozia. C'è una profonda rivalità con l'Hibernian, la seconda squadra di Edimburgo, la rivalità comunque non è solo stracittadina: infatti, la rivalità affonda le sue radici nella religione praticata dai fondatori delle due squadre; gli Hibernians sono stati fondati da un gruppo cattolico di immigrati irlandesi, gli Hearts da un gruppo protestante e scozzese. Il primo incontro tra le due squadre si registra il 25 Dicembre 1875, ed i Maroons vinsero per 1-0.

Lo stadio dei Maroons è Tynecastle Stadium, costruito nel 1886 per sostituire il precedente Meadows Park. Può contenere fino 17.420 persone.

LA NUOVA LIVREA DEL QPR

NEW AWAY KIT

NEW KIT

LO STADIO DEL DELFINO




Lo Stadio Adriatico è lo stadio principale della città di Pescara, inaugurato nel 1955. L'impianto è nato come struttura polivalente ed è un centro del C.O.N.I.: è destinato principalmente all'uso da parte della Pescara Calcio e per manifestazioni di atletica leggera e pugilato. Lo stadio sarà la sede principale dei prossimi Giochi del Mediterraneo che saranno ospitati a Pescara nel 2009. Nel passato ha ospitato varie partite della nazionale italiana di calcio ed è stato selezionato come stadio di riserva per i mondiali di calcio Italia 1990. La struttura è ovale ed è stata disegnata seguendo le linee dello Stadio Olimpico di Roma. Dal punto di vista architettonico, è di interesse la soluzione ad archi adottata per il sostegno delle tribune. Inizialmente, lo stadio si presentava con un solo livello di spalti e poteva ospitare solamente 10.000 spettatori. In occasione della prima promozione del Pescara in serie A, nel 1977, lo stadio è stato oggetto di interventi di ampliamento delle curve e delle tribune con l'innesto di un secondo anello sulla tribuna e tanto da portare la struttura a poter ospitare 34.000 spettatori. In alcune occasioni, quando prima del 1985 (anno tristemente famoso per la strage dell'Heysel) le norme sulla sicurezza erano meno stringenti, l'Adriatico ha dato posto a 40.000 spettatori paganti. L'Adriatico, dopo vari interventi di messa in sicurezza, l'ultimo dei quali è stato compiuto nel marzo del 2007 (con il completamento dell'installazione dei tornelli), è attualmente in ristrutturazione. Infatti In vista dei XVI Giochi del Mediterraneo è in atto un grande intervento di ampliamento e restyling che sarà completato entro la prima decade di maggio 2009 quando è prevista la riconsegna dell'impianto. Infatti poi il 6 giugno l'impianto pescarese ospiterà l'amichevole benefica pro-terremotati Italia-Nord Irlanda. Alla fine del restyling (per un importo complessivo di quasi 15 milioni €), lo stadio Adriatico avrà quasi 25.000 posti a sedere. La Tribuna Majella sarà coperta con una struttura in legno lamellare; è prevista un'area vip climatizzata, una nuova tribuna stampa, un piano intermedio, sedili in alluminio con caratteristiche antivandalo con schienali reclinabili. All'esterno ci saranno due ascensori che porteranno fino alla tribuna vip e alla sala stampa che sarà completamente rifatta. Il piano terra sarà completamente demolito e ristrutturato ma nel rispetto della struttura originale dell'architetto Piccinato. Nella Tribuna Adriatica: verrà realizzato un solaio sotto la tribuna con un piano di uffici, due palestre. Sempre dai distinti partirà il tunnel che porterà gli atleti in campo. Previsti anche il rifacimento della pista d'atletica e l'uso di energia rinnovabile per integrare l'impianto di riscaldamento.

RIVIERA DELLE PALME: SAMB - PESCARA



24 aprile 2009

Andrew Declan Keogh (Dublino, 16 maggio 1986) è un calciatore irlandese, che gioca come attaccante nel Wolverhampton Wanderers


E' in nazionale irlandese, a disposizione di Trapattoni. 183 cm x 70 kg

I SANTI VANNO ALL'INFERNO


La FA inglese ha inflitto una penalizzazione di 10 punti in classifica al Southampton. A questo punto, il club in amministrazione controllata è matematicamente retrocesso in terza divisione (League One). In questo periodo, se non riuscirà a trovare dei fondi, rischia il fallimento.

Di Francesco Giorgetti

E’ League One. Non è stato un gol del Burnley o una sconfitta a Nottingham…ma un semplice comunicato stampa. La Football League ha deciso, in base ad una consulenza legale esterna, di applicare la penalizzazione di dieci punti al Southampton FC, considerando che l’amministrazione controllata a cui è sottoposta la Holding (SLH) è sostanzialmente dipendente dai debiti della squadra di calcio.

Dopo 50 anni di calcio nelle prime due divisioni inglesi, il Southampton retrocede nella terza serie, e lo fa a tavolino prima che sul campo. La decisione della Football League è abbastanza pilatesca, sbagliata nei tempi ed ancor di più nei modi… ma nella sostanza giusta.

Si è arrivati all’Amministrazione controllata sulla base di assunzioni azzardate e scelte dilettantistiche di numerosi soggetti, ma stavolta il cavillo non ha retto. Ad essere onesti, non cambia molto.

I Saints sono retrocessi perdendo in casa con il Charlton, ad esempio… e non saremmo mai riusciti a salvarci battendo sia Burnley che Forest. Resta un’onta ulteriore sulla triste vicenda, e dieci punti di penalizzazione che saranno scontati in League One, rendendo molto difficile un’immediata risalita in Championship.

Verrà proposto ricorso, e soffiano venti di guerra (anche Barclays avesse avuto garanzie sulla non penalizzazione) ma sarebbe bene che ci si concentrasse fin da subito su due cose. La prima è l’orgoglio: i Saints hanno il dovere di onorare il campo e la maglia nelle ultime due gare. La seconda è la sopravvivenza: numerose sono le manifestazioni d’interesse giunte per il SFC, ma la discesa in League One potrebbe cambiare le carte in tavola. Ed è vitale che il Club possa sopravvivere trovando un compratore serio e affidabile.

Personalmente, pur non potendo essere a Southampton per la gara con il Burnley, comprerò un biglietto via web. Il mio posto allo stadio sarà vuoto, ma ci sarò con il cuore e la mente. Un sold out potrebbe salvare i Saints e invito tutti coloro che ne abbiano la possibilità e per i quali la passione per i biancorossi valga più di una serata in pizzeria a comportarsi come me.

Once a Saint, always a Saint, contro Man Utd così come contro il Walsall.
Come on you reds.


fonte: www.italiansaints.it

IL MERCATO PARTE COI BOTTI: in molti cercano una nuova casa...


"La Roma per risollevarsi il prossimo anno in campionato farà tre o quattro innesti". E' questo il commento di Ernesto Bronzetti sul prossimo mercato della Roma, direttamente dal "Caffè Bronzetti", il blog ufficiale del consulente di mercato del Milan e grande esperto del campionato spagnolo. Bronzetti continua il suo intervento parlando del Milan:" ci saranno sicuramente cambiamenti, ma non posso dire nulla, l'ho promesso a Galliani...si saprà tutto dopo il 31 maggio". Mercato Estero: Bronzetti è sicuro che ci saranno grandi movimenti ma anche conferme importanti tra i maggiori club europei: "Ribery andrà via dal Bayern, lo prenderanno il Chelsea o il Barcellona. Dalla squadra di Abramovich partiranno Ballack, Deco, Anelka e Malouda. Deco può finire all'Inter nell'affare Quaresma, Malouda piace molto alla Roma, ma l'ingaggio è troppo alto per i giallorossi". Capitolo Real Madrid: " se Perez diventa presidente, a Madrid arriveranno uno tra Fabregas e Xabi Alonso, insieme al supercolpo Cristiano Ronaldo, che si trasferirà da Manchester per la cifra di oltre 80 milioni di Euro. Ibrahimovic e Torres? Rimarrano rispettivamente all'Inter e al Liverpool: lo svedese percepisce un ingaggio troppo alto per tutti i club al mondo (col nuovo contratto Zlatan guadagnerà 12 milioni di Euro a stagione), mentre lo spagnolo rimarrà un altro anno in Inghilterra. Il sogno del "Nino" è quello di giocare in Italia, e molto probabilmente realizzerà questo desiderio. Ma è ancora troppo presto..."

THE OLD GOLD


La City of Wolverhampton è un Metropolitan borough con status di city delle West Midlands, Inghilterra, Regno Unito, che conta 240.000 abitanti. Fondata nel 985, fu nel Medioevo un importante centro per il commercio della lana, diventando poi un centro dell'industria pesante nella Rivoluzione industriale proprio ad un passo da Birmingham. La squadra di calcio cittadina, il Wolverhampton Wanderers F.C., è fra le più vecchie dell'Inghilterra e fra i 12 fondatori della Football League. Ha conosciuto il suo miglior periodo durante gli anni cinquanta, vincendo 3 campionati e 2 FA Cup.

wolves, il bomber! SYLVAN EBANKS-BLAKE, nato a cambridge il 29 marzo 1986. ex forward del plymouth

LA SQUADRA DI ROBERT PLANT è STATA PROMOSSA IN PREMIERLEAGUE PRIMA DEL TEMPO. BATTE IL QPR E VOLA TRA LE BIG INGLESI. IL RITORNO DEI LUPI ARANCIONERI


classe 89: il messicano giovani dos santos, ex spurs e barcelona sta facendo impazzire la gente del suffolk

ITFC: ROY KEANE è IL NUOVO MANAGER


L'irlandese Roy Keane e' il nuovo tecnico dell'Ipswich Town, club che milita nella Championship League, la seconda divisione inglese. Lo ha reso noto il presidente della societa', Marcus Evans. L'ex calciatore del Manchester United, 37 anni, prende il posto dell'esonerato Jim Magilton. "Credo sinceramente in questo club, con grandi potenzialita', ambizioni e infrastrutture per tornare di nuovo in Premier League", ha dichiarato Keane, che ha firmato un contratto di due anni.

23 aprile 2009

09/10 new kit

the OLD FIRM will be a Premierleague business plan!


"Il campionato scozzese è esaltante, ma a lungo termine dovremmo prendere in esame qualcosa di più competitivo". Il dg del Celtic Glasgow, Peter Lawwell, ripesca una vecchia idea del suo club e dei Rangers Glasgow: transitare in Premier League per acquisire un prestigio più consono al loro blasone. E, perchè no, mettere le mani su risorse economiche più imponenti. "Se ci presenteranno una proposta interessante, la valuteremo con attenzione", ha rivelato Lawwell. Qualche mese fa, era stato l'assistente dei Rangers, Ally McCoist, a svelare l'intenzione della società di abbandonare il campionato scozzese.

20 aprile 2009

ESSIEN, UN CALCIO ALLA MALARIA


Il 26enne centrocampista del Chelsea FC, per due volte nella sua vita ha dovuto affrontare una grave malattia come la malaria. Una malattia mortale, se non adeguatamente curata. Essien ne è stato colpito a dieci mesi e successivamente a sette anni: "Fortunatamente, Michael è stato curato molto rapidamente entrambe le volte che aveva la malaria, questo ha permesso il suo pieno recupero", ha rivelato sua madre in un’intervista al Sun. Raccontare questa storia per Aba Djanode, la madre del calciatore, è un modo per cercare di sensiilizzare l'opinione pubblica sul problema che in Ghana uccide un bambino ogni 30 secondi. "Essien è la dimostrazione che con le adeguate cure il male si può sconfiggere", ha spiegato Aba che, insieme ad altri genitori dei nazionali del Ghana, ha fondato Kick Out Of Africa, un'associazione che lotta contro la malaria. "Vogliamo che la malaria sia completamente sradicata. Abbiamo bisogno di bloccare la riproduzione delle zanzare, assicurandoci che tutte le case abbiano le zanzariere e assicurandoci che le persone abbiano a disposizione le medicina necessarie per curarsi", ha dichiarato la madre di Michael, aggiungendo in conclusione: "La Premier League è molto popolare qui. Per questo il calcio sarebbe molto utile a divulgare questo messaggio". Il ghanese finora ha militato in tre società: Bastia, Lione e Chelsea.

fonte: www.calciomercato.it

C'E' CHI DICE NO!


C'è anche chi rifiuta di recarsi nell'attuale club campione del mondo, il Manchester United, preferendo rimanere nell'Huracan, squadra del campionato argentino. Si tratta di Javier Pastore, promettenete centrocampista di 19 anni che non ha voluto prendere in considerazione l'ipotesi di vestire la casacca dei 'Red Devils' come confermato dallo stesso procuratore, Marcelo Simonian, che avrebbe dichiarato come il suo assistito si sia rifiutato di recarsi in Premier non accettando l'offerta proveniente dalla società di cui è manager l'esperto scopritore di talenti Sir Alex Ferguson. "Ho ricevuto un'offerta di 10 milioni di euro per Javier. Però il calciatore, classe 1989, non è molto interessato ai soldi poiché gli piacerebbe andare in una squadra dove possa giocare regolarmente e dove possa crescere. Desideriamo una squadra e un progetto corretto". Nella circostanza Simonian ha affermato che il motivo del suo rifiuto ai Red Devils non sarebbe da mettere in relazione a un presunto 'accordo' con la Lazio.

fonte: www.calciomercato.it

FA CUP SEMIFINALE: HOWARD PARA TUTTO AI RIGORI DOPO 120 MINUTI A RETI BIANCHE. A WEMBLEY TRIONFO DELL'EVERTON CHE ELIMINA IL MAN UNITED. ORA LA FINALE



La FA Cup final 2009 sarà fra Chelsea ed Everton, una sfida tra blues!

THE NEVILLE BROTHERS

18 aprile 2009

DROGBA ELIMINA WENGER DALLA FA CUP, 2-1 A WEMBLEY PER I BLUES CHE HANNO MERITATO DI ANDARE IN FINALE, MA C'E' UN RETROSCENA CURIOSO...


Il manager dell'Arsenal Arsene Wenger, sulle colonne del tabloid The Sun, ha rivelato di aver commesso un grave errore in passato per quanto riguarda il mercato: l'aver gettato al vento la possibilità di acquistare Drogba per sole 100 mila sterline quando ancora militava al Le Mans, nella Serie B francese.

ITANDJE SOSPESO DAL LIVERPOOL FC


Charles Itandje (2 novembre 1982), portiere di riserva del Liverpool, è stato sospeso per due settimane dalla dirigenza del club inglese per il comportamento indecoroso da lui tenuto durante la commemorazione delle vittime di Hillsborough.
L'estremo difensore francese ma di origine camerunense è stato beccato dai fotografi e dalle telecamere mentre ride e scherza durante la cerimonia organizzata ad Anfield mercoledì scorso, a vent'anni dalla tragedia dello stadio di Sheffield in cui persero la vita 96 tifosi del Liverpoool. Le immagini in questione sono finite su internet e hanno mandato su tutte le furie non solo la dirigenza del club ma anche migliaia di tifosi del Liverpool, che chiedono una sanzione esemplare.
Rafael Benitez, tecnico spagnolo dei Reds, ha dato disposizione al giocatore di non presentarsi all'allenamento di ieri. La sua condotta, fa sapere il Liverpool, è ora oggetto di un'inchiesta del club, che una volta analizzate le immagini tv potrebbe decidere di inasprire la sanzione a suo carico. In passato ha difeso la porta del RC Lens.

ADEBA VERSO MILANELLO


Emmanuel Adebayor è sulla lista dei desideri di Berlusconi e Galliani per la prossima stagione. Non è una novità, infatti i contatti con il togolese sono ben avviati già dalla scorsa stagione, quando l'attaccante dell'Arsenal fu ad un passo dal trasferirsi in rossonero. Secondo il Daily Mail, il club lombardo avrebbe messo finalmente sul tavolo delle trattative i 35 milioni di euro richiesti dai Gunners. Sarà la volta buona?