25 settembre 2009

Coca Cola Football League Championship, il detentore del bellissimo trofeo sono i Wolves


LE SUGABABES ADORANO IL BORO

WEST BROMWICH ALBION, NUOVA CASA PER IL "CINESE" ROBERTO DI MATTEO, EX LAZIO E CHELSEA. GRANDE VITTORIA 5-0 SUL CAMPO DEL M'BORO!!!


DOPPIO COLPO DI MERCATO PER I POTTERS, IL TURCO TUNCAY ED IL TEDESCO HUTH

TEVEZ A FRATTON PARK

FERGIE CON I SUOI RUBINI

PALACE vs. NUFC

WBA vs. NUFC

TUTTA LA GRINTA DI COLOCCINI

KENYON LASCIA I BLUES


Peter Kenyon (classe 54), che a fine ottobre lascerà l'incarico di direttore generale del Chelsea, si è detto orgoglioso dei risultati ottenuti dal club di Ambramovic sotto la sua direzione. "Quando sono arrivato la Premier League era solo due squadre, Manchester United e Arsenal. Negli anni successivi il Chelsea ha rotto questo cartello e oggi è una delle potenze d'Europa. Siamo cresciuti economicamente e duplicato il fatturato, con una squadra sempre competitiva. Abbiamo un centro sportivo meraviglioso, un'eredità che resterà nel tempo. Gli investimenti di Abramovich sono stati decisivi".

CARLETTO, MA NON VOLEVI ALLENARE LA ROMA...??!!


Doveva essere solo la conferenza stampa precedente la partita contro il Wigan, invece Carlo Ancelotti ha spiazzato tutti i giornalisti presenti, affermando il suo desiderio di ritirarsi dal mondo del calcio nel 2015, quando scadrà il contratto con il Chelsea: "Ho iniziato ad allenare nel 1995 e credevo di smettere nel 2000. Quando sono arrivato al 2000 ho deciso di continuare perché mi piaceva allenare. Volevo smettere dopo il 2005, ma la sconfitta col Milan in finale di Champions contro il Liverpool mi ha convinto a continuare. Ora il mio punto d'arrivo sarà il 2015". Chissà che, arrivato alla fatidica data, Carletto non decida che, in fondo, ama un po' troppo il calcio per smettere.

TONI TONI....MACCHERONI


Luca Toni (32) continua ad essere un obiettivo di mercato dal West Ham di Gianfranco Zola. L'attaccante italiano, ormai riserva al Bayern Monaco, gradirebbe la destinazione Londra e per questo, come riporta itasportpress.com la squadra inglese e quella tedesca stanno trattando il prestito del giocatore, ovviamente a partire da Gennaio. Nella foto ecco la compagna di Toni, Marta Cecchetto da Foligno.

SOL? MA PERCHE' NON LO SAPEVI...??!!


E' durata una partita l'esperienza di Sol Campbell nel Notts County di Sven Goran Eriksson. Il calciatore ha deciso di lascare il club dopo solo un match, perso, contro il Morecambe: i motivi sono principalmente il mancato ingaggio di altre stelle dopo le molte trattative intavolate e l'enormità del passaggio dalla Premier alla quarta divisione inglese. Ora Campbell potrebbe calcare i campi della Championship con la maglia del Newcastle.

IL DESTINO DI SOL


Sol Campbell (34), lasciati il Notts County e Sven Goran Eriksson, è in cerca di una nuova casa, almeno in senso calcistico. Per il centrale difensivo, come riporta la stampa britannica, ci sarebbe un duello di mercato trans-oceanico: Campbell infatti sarebbe indeciso tra i Los Angeles Galaxy, dove raggiungerebbe, anche se forse per poco tempo, David Beckham, e l'Ipswich Town, il cui tecnico, Roy Keane, sembra fortemente intenzionato ad averlo in squadra.

IL TRAP RESTA FINO AL 2012


Giovanni Trapattoni sarà il selezionatore della nazionale di calcio irlandese anche per le qualificazioni all'Europeo 2012, dopo aver firmato un nuovo contratto che prolunga di due anni l'accordo in corso. Lo ha reso noto la federazione irlandese. "Questa squadra ha un potenziale enorme - dice il tecnico italiano in un comunicato - I nostri risultati dimostrano quanto contino la fiducia nei propri mezzi e la programmazione". L'Irlanda, imbattuta nel gruppo 8 di qualificazione al Mondiale 2010, è seconda a 16 punti, -4 dall'Italia e +5 sulla Bulgaria.Il Trap affronterà gli azzurri in casa il 10 ottobre prossimo a Dublino.

CHAMPIONSHIP, ECCO UN ALTRO RINFORZO PER TORNARE SUBITO IN PREMIERSHIP


Adesso c'è anche l'ufficialità sancita da una nota dei Magpies: l'attaccante Marlon Harewood (30) è un nuovo giocatore del Newcastle. La punta londinese arriva dall'Aston Villa in prestito trimestrale. Marlon, gran fisico, ha militato anche nel West Ham United.

SOL, MA CHE COMBINI....


E' bastata una sola partita a Sol Campbell per capire che il Notts County non era il suo posto. Così, dopo il tanto clamore di questa estate per il suo contratto con i Magpies e la lunga corte del direttore sportivo del club, l'ex tecnico dell'Inghilterra Sven-Goran Eriksson, il 35enne difensore lascia la Football League 2, la quarta serie inglese, dopo la partita che ha visto i suoi perdere 2-1 in casa del Morecambe.

Sembra che Campbell abbia detto di non essere abbastanza in forma per la responsabilità che gli è stata affidata e di non essere in grado di rispettare il contratto appena firmato (200 mila euro al mese, niente male per un campionato paragonabile alla nostra Lega Pro 2!). Qualcuno parla di un imminente ritiro ma alcune voci invece sembrano prospettare un futuro molto più interessante per il gigante ex Tottenham e Arsenal. Nonostante l'età e qualche evidente chilo di troppo, Newcastle e Aston Villa lo corteggiano da luglio e non è da escludere un clamoroso ritorno in Premier.

CHESHIRE, LADRI IN AZIONE


Phil Jagielka, difensore inglese dell'Everton, e' l'undicesimo calciatore residente nell'area di Liverpool a subire una rapina domestica.Secondo la polizia, mercoledi' sera 3 uomini armati di coltelli si sono introdotti nella sua casa a Knutsford (Cheshire), dove si trova il calciatore con la moglie e i 2 figli.Ha dovuto consegnare numerosi gioielli e le chiavi di un'auto. Nessuno e' rimasto ferito. Quella subita da Jagielka, 27 anni, e' l'ultima di una serie di rapine ai danni di calciatori.

UNA STRANA MIMETICA SCOZZESE

24 settembre 2009

...Non c'è diluvio che possa fermare la nostra fede!!! Palermo away...

Unknown Pleasures è il primo album in studio dei Joy Division. APRIL 79



È stato registrato nell'aprile del 1979 (1-17 aprile) presso gli Strawberry Studios di Stockport, in Waterloo Road. Il disco è stato mixato da Martin Hannett, come pure il secondo album del gruppo, Closer, e prodotto dalla Factory Records. La copertina presenta un'immagine presa da The Cambridge Encyclopedia of Astronomy ed è stata realizzata da Peter Saville e Chris Mathan. Esce in Inghilterra il 15 giugno 1979.

Il disco inizia con la traccia Disorder, che fa entrare l'ascoltatore in un viaggio "onirico" guidato dalla voce del cantante, Ian Curtis, che esordisce con la frase "I've been waiting for a guide to come and take me by the hand" (stavo aspettando l'arrivo di una guida che mi prendesse per mano).

1. Disorder - 3.36
2. Day of the Lords - 4.43
3. Candidate - 3.00
4. Insight - 4.00
5. New Dawn Fades - 4.47
6. She's lost contol - 3.40
7. Shadowplay - 3.50
8. Wilderness - 2.35
9. Interzone - 2.10
10. I Remember Nothing - 6.00

Nel vinile originale, le prime cinque canzoni si trovavano sul Lato A, le altre sul Lato B.
Dell'LP originale esiste una versione molto rara con il disco in vinile di colore blu scuro, come l'arredamento della stanza dove il cantante si ritirava a scrivere i suoi testi.

21 settembre 2009

IL DERBY DI MANCHESTER FINISCE 4-3 PER LO UNITED, GOAL VITTORIA DI OWEN AL 96', DOPPIETTE DI FLETCHER E BELLAMY


Lo United vince a tempo scaduto un derby mozzafiato. Avanti tre volte, tre volte raggiunto sul pari dal City. Vantaggio immediato di Rooney dopo soli due minuti, pari di Barry su erroraccio di Foster pressato da Tevez... poi palo clamoroso di Tevez (ex molto fischiato) allo scadere del primo tempo. Ripresa, subito 2-1 per i diavoli rossi con Fletcher di testa e pari lampo con un goal fantastico all'incrocio dei pali del gallese Bellamy. Poi ancora Fletcher di testa. Siamo 3-2, sembra fatta, Giggs sfiora il poker meritato, il City è alle corde e invece Ferdinand sbaglia un passaggio che viene intercettato dal velocissimo Craig Bellamy che scatta in contropiede al novantesimo e buca il povero Foster in uscita. 3-3 come nel 1970 ai tempi di Best e Lee...niente affatto, segna Owen al minuto 96 imbeccato dal solito Giggs, diagonale di destro, Given beffato all'ultimo respiro di una gara che sembrava finita in pareggio..Lo United ha meritato e ci ha creduto fino in fondo. Owen era entrato a venti minuti dalla fine al posto di Berbatov. Certo, se ci fosse stato Adebayor...va comunque detto di nuovo che gli uomini di Ferguson hanno meritato la vittoria nel derby! Povero Mark Hughes...

18 settembre 2009

3 turni di stop per adebayor, che salta il derby di manchester...




Come previsto, la scarpata in testa a Robin Van Persie nella sfida contro l’Arsenal della settimana scorsa è costata tre giornate di squalifica per comportamento violento ad Emmanuel Adebayor. Uno stop che potrebbe ben presto anche raddoppiare, come ha scritto la stessa Football Association nel comunicato ufficiale, visto che le accuse di gioco scorretto (per il modo insensato con cui il togolese ha festeggiato la rete, facendosi tutto il campo di corsa per andare ad esultare in faccia ai tifosi Gunners) verranno giudicate in un secondo tempo.

E mentre l’ex amico e compagno di squadra, Emmanuel Eboue, ha confidato al Daily Star “di essere felice per la punizione ad Ade, perché se l’è meritata” e di essere rimasto “molto, molto deluso dal suo assurdo comportamento”, il capitano dell’Arsenal, Cesc Fabregas, ha rincarato la dose, accusando l’attaccante del Manchester City di un tackle assassino che avrebbe rischiato di spezzargli una gamba e mostrando ai giornalisti i segni dei tacchetti lasciati da Adebayor sulla sua gamba destra.

FABREGAS: “MI HA QUASI ROTTO UNA GAMBA” — Una foto-choc che il Daily Telegraph ha piazzato sulla copertina della sezione sportiva. “Penso che questo fosse un fallo da cartellino rosso – si legge sul Daily Mirror – e sono stato fortunato che non mi sia successo niente di grave. So che nel calcio questi contrasti capitano, ma Adebayor ha davvero perso il controllo in campo”.

LA DIFESA DI ADEBAYOR — Un’accusa che lui, Adebayor, rigetta totalmente, affidando al Sun le sue verità sul polverone che ha scatenato. “Lo scontro con Van Persie è stato accidentale e mi dispiace che Robin si sia arrabbiato, ma non mi posso pentire di qualcosa che non intendevo assolutamente fare. Quello che non riesco davvero a spiegarmi è come alcuni giocatori dell’Arsenal abbiano potuto mancarmi di rispetto, rifiutandosi di stringermi la mano prima della partita. No, niente nomi, non è nel mio stile, ma pensavo che fossero miei amici, visto che avevamo passato tanto tempo insieme, e invece si sono comportati in maniera vergognosa”.

“REAZIONE EMOTIVA” — Quanto alla sua reazione, a dir poco esagitata, nei confronti dei tifosi al momento del gol, la spiegazione fornita da Adebayor è semplice: “Sono stato insultato senza ragione per un’ora di fila da gente che fino a sei mesi fa cantava il mio nome. Logico, dunque, che quando ho segnato, abbia avuto reazione emotiva. C’è chi dice che sia stata premeditata, ma non è affatto così. Mi dispiace solo che uno steward sia rimasto ferito da un oggetto volato dagli spalti, perché quell’uomo era lì solo per fare il suo lavoro”.

“WENGER MI HA VENDUTO DI NASCOSTO” — La stoccata finale è, però, per Arsene Wenger, con cui il togolese in passato ha sempre avuto un rapporto di amore-odio. “Non sono stato io a chiedergli di essere venduto, è stato lui a fare tutto alle mie spalle, ma questo i tifosi non lo hanno mai saputo, ed è bene che ora la cosa venga fuori. L’estate scorsa io non ho fatto niente di male, è stato Wenger ad accettare delle offerte per me, quindi i tifosi dovrebbero prendersela con lui, non con me. Del resto, come dicono i tatuaggi che ho sulle braccia, “solo Dio mi può giudicare”, non di certo Arsene Wenger”. Per ora, per la verità, lo ha giudicato solo la FA e il responso non è stato certo dei migliori e, come detto, potrebbe pure andargli peggio.

EUROPA LEAGUE: EVERTON 4, AEK ATENE 0


1995 HODDLE & GULLIT

Diego Armando Maradona - Ossie Ardiles Testimonial Game 1986

EUROPA LEAGUE: IL VANTAGGIO DI SAMARAS NON BASTA, IL CELTIC PERDE 2-1 CONTRO L'HAPOEL TEL AVIV

15 settembre 2009

le maglie storiche griffate Carlsberg!


SOLDI FRESCHI NELLE CASSE DEI REDS, ADDIO ALLA MAGLIA CARLSBERG


Il Liverpool toglie il marchio Carlsberg dalla propria maglia in cambio di un assegno di 92 milioni di euro frutto dell’accordo con l’istituto creditizio che legherà il club di Rafa Benitez alla Standard Chartered Bank per le prossime quattro stagioni. L’istituto di credito statunitense permetterà cosi al Liverpool di poter agire con piu facilità sul mercato alla ricerca di talenti per far crescere la potenzialità del team che già può contare su due top player come Gerrard e Torres ed annovera tra le sue fila gli italiani Dossena e Aquilani. Il nuovo contratto inizierà da luglio 2010 fino al termine della stagione 2013/14. La birra danese della Carlsberg era sulle maglie dei reds dal 1992/93, prima c'era Candy.